Salta al contenuto

Salsa olandese e derivate

La salsa olandese utilizzata per bolliti, arrosti e grigliati sia per pesce che per carni, si differenzia dalla maionese in quanto viene servita calda.

Questa salsa è molto difficile in quanto richiede una giusta esperienza e manualità per non far impazzire i tuorli o slegare la salsa stessa.

Vedi anche attrezzi indispensabili in cucina

Vedi anche altre tipologie di salse.

Ingredienti

3 numerotuorli d’uovo
1 cucchiaiosucco di limone
120 grammiburro
quanto bastasale

Procedimento

  • Mescolare i tuorli con il succo di limone
  • Far sciogliere il burro a fuoco basso e spegnere il fuoco
  • Riporre a bagnomaria i tuorli e continuando a mescolare energicamente aspettate che inizino a rassodarsi
  • Aggiungere a filo il burro sciolto continuando a mescolare
  • A fine cottura aggiustare di sale

Varianti

  • Salsa bernese. Al posto del limone usare il liquido ricavato dalla cottura di un scalogno, dragoncello, vino bianco e aceto bianco.
  • Salsa maltese. Aggiungere del succo di arancia e della scorza d’arancia a piacimento
  • Salsa mousseline. Aggiungere subito prima di servire della panna montata incorporata delicatamente.
Published inLe salse

Sii il primo a commentare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: